Informazione

“Obiettivo, zittire Libero”. Così il quotidiano di Vittorio Feltri commenta a tutta pagina (la prima, naturalmente) gli arresti domiciliari per Giampaolo Angelucci, editore di Libero e del Riformista, nell’ambito dell’inchiesta sulle convenzioni con alcune case di cura. “…Mi domando su quali elementi si basi l’ordinanza di arresto che afferma la nostra arrendevolezza, o sudditanza, nei confronti degli Angelucci”, scrive il direttore nel suo editoriale, contestando l’accusa di avere ceduto a “pressioni” da parte degli Angelucci a fini di lobbying.

(da Affaritaliani.it, “E Feltri cadde dal pero… /Quel conflitto di interessi degli Angelucci fra cliniche ed editoria”, 5 febbraio 2009)

Annunci

I commenti sono chiusi.