Condè Nast European Tour

Mentre lancia in Italia (e si prepara a rilanciare in Gran Bretagna) la versione locale di Wired, Condè Nast chiude dopo soli due anni l’edizione tedesca di Vanity Fair, a causa dei problemi economici della casa madre Usa.

Il responsabile editoriale Jonathan Newhouse ha ricordato che già undici settimane fa aveva detto che la rivista, nonostante le difficoltà, poteva continuare le pubblicazioni. Ma nel frattempo la situazione economica della casa madre americana è peggiorata, senza contare che la diffusione di Vanity Fair in Germania è crollata dalle iniziati 500mila a meno di 200mila copie.
Nessuna ripercussione sulle altre edizione europee: Vanity Fair è presente in Italia dal 2003; in Spagna il primo numero è uscito nel settembre scorso.

Wired Italia non è comunque l’unico fiocco rosa nella grande famiglia Condè Nast nel mondo: sempre oggi arriva nelle edicole britanniche Love, nuovo magazine biannuale dedicato alla moda, al lusso e all’arte, diretto da Katie Grand, ex direttrice di Pop.

(da Affaritaliani.it, Condè Nast lancia Wired in Italia, ma in Germania chiude Vanity Fair, 19 febbraio 2009)

Advertisements

I commenti sono chiusi.