Pagine gialle?

Novecento pagine, 2.800 recensioni, 620 novità che raccontano ristoranti, enoteche, pizzerie, botteghe del gusto, locali, circoli sportivi e ristoranti etnici. E’ la nuova guida “Ristoranti di Roma 2009-2010” […]. La nuova iniziativa editoriale di La Repubblica è stata presentata questa mattina dall’assessore regionale all’Agricoltura, Daniela Valentini […]. Una guida impostata sull’informazione e non sul giudizio critico della cucina dei locali presi in esame.

(da Repubblica.it Roma, Valentini presenta guida ai ristoranti romani, 15 giugno 2009).

Così di primo acchito – pur ammettendo di non aver ancora visto e potuto valutare l’opera – 900 (!) pagine di recensioni prive di giudizi critici (… cioè?) mi sembrano uno spreco di soldi (pubblici? spero di no ma temo di illudermi). Poi magari sbaglio e Roma è piena di gente che non sapendo dove andare a cena si chiude in casa. Magari a leggere un libro.

E poi mi chiedo: vince la sensibilizzazione positiva “comprando un libro in allegato mi abituo all’oggetto libro e non ne ho più paura” o l’appiattimento “ecco, ho comprato un libro per quest’anno sono a posto”?

Annunci

I commenti sono chiusi.