Troppo avanti

Sul numero di luglio di InStyle, rivista femminile americana che trabocca di consigli di moda e bellezza, c’è una doppia su “cosa portare in spiaggia”. Occhiali Liz Claiborne, prodottino per proteggere i capelli Aveda, e poi… sidebar che mette a confronto due e-reader: Kindle 2 e Sony Reader PRS-700. Perché “invece di caricarti di romanzi estivi, togliti un peso con un lettore elettronico. Ti diamo tutti i dettagli perché tu possa scegliere, buttare in borsa e via”.

Ora, il sospetto che dietro questo piccolo approfondimento tecnologico ci siano le rispettive società produttrici, che in qualche modo pagano per avere visibilità e apparire più presenti di quanto non siano, ce l’ho. Molto spesso (ed è comprensibile, visto il concetto elementare di “target”) i lettori di una rivista vedranno che prodotti citati negli articoli e inserzionisti non sono perfetti sconosciuti. Ma in tutto InStyle non c’è una pubblicità che sia anche solo remotamente imparentata con gli e-reader. E a meno che in redazioni più evolute si vendano anche spazi editoriali (pubblicità occulta?)… dev’essere vero: gli americani sono davvero così avanti da portarsi l’e-reader in spiaggia.

Tutto sommato, ci posso anche credere.

Annunci

I commenti sono chiusi.