Avanti, c’è posto

Dave Eggers, diventato famoso per L’opera struggente di un formidabile genio (Arnoldo Mondadori Editore, 2002), ha fondato la casa editrice McSweeney’s (da cui il sito culto) e 826 Valencia, una scuola di scrittura no-profit per ragazzi tra gli 8 e i 18 anni a San Francisco. Insomma, sarà un po’ mitizzato ma ne sa.

Il 3 giugno Gawker ha pubblicato un suo contributo sotto il titolo Dave Eggers reassures us that print lives (che annuncia anche il progetto di un giornale che si svilupperà durante l’estate):

“Il web è certamente il regno dell’ultima notizia, ma il mondo dell’editoria ha ancora delle carte da giocare. Le due realtà possono coesistere, a patto che non si occupino delle stesse cose. Per sopravvivere, il giornale e il libro devono offrire un’esperienza unica e irripetibile. E’ ora di tornare a celebrare la bellezza della carta stampata. Dai alle persone qualcosa per cui lottare, e lotteranno; qualcosa per cui pagare, e pagheranno.

(dalla traduzione riportata su Internazionale n.800 del 19 giugno 2009, p.92)

Advertisements

I commenti sono chiusi.