Al Salone (5)

Digital native
A Salone ormai chiuso, vorrei ancora raccontare due-tre cose che ho visto e che mi sono piaciute.

– La versione pop-up di “Chi me l’ha fatta in testa”, edizioni Salani, €14. Pura poesia, signori.
– I nuovi “libri coi buchi” editi da La Coccinella (Gruppo editoriale Mauri Spagnol), tra cui il mitico “Contiamo insieme” (€6,90) che invidiavo molto a mia sorella maggiore quando ero piccola. Tra l’altro a Bologna La Coccinella ha stretto un accordo con la Jilin Fine Arts Press cinese: in questo comunicato stampa si parla delle mire espansionistiche della casa editrice italiana in Oriente, non della possibilità di produrre lì a basso costo. Sarò io che sono cinica.
“Il libro delle parole” di Richard Scarry (€15): esiste ancora, ed è proprio come me lo ricordavo. Mi sembra ieri che imparavo a leggere bee-too-niee-raa…

Ebbene sì: dovevo concentrarmi sugli e-book quest’anno e invece è finita che mi sono piaciuti di più i libri per bambini – quei digital native destinati a crescere tra le applicazioni iPad montessoriane e i libri di cartone ai quali sono affezionati nonni e genitori. Tutto sommato mi sembra una generazione fortunata.

Annunci

I commenti sono chiusi.