Compagni di viaggio

Ci sono libri anche insignificanti che però leggi al momento giusto o per qualche motivo ti rimangono dentro. Personaggi che ti saltano in mente quando meno te lo aspetti e ti tengono compagnia. Spiace quasi non poterli chiamare per raccontargli cosa ti è successo.

Questa mattina avevo una visita medica. Dottoressa mai vista e che mai rivedrò, asiatica, di quelle donne tutte verticali con gli occhi in giù, la bocca in giù, i capelli dritti, il camice liscio, neanche una curva figurati un sorriso.
Nella mia testa la madre di Bridget Jones è saltata su apposta per dire: “Giapponese, razza crudele“. Che, pur non avendo io niente contro i giapponesi, mi ha fatto ridere 🙂

Advertisements

I commenti sono chiusi.