Curiosità e gelosie

Pare che Jane Austen fosse invidiosa del successo del suo contemporaneo Sir Walter Scott, e che nel 1814, quando uscì il primo romanzo di Scott, abbia scritto qualcosa del genere a sua nipote:

Walter Scott dovrebbe stare alla larga dallo scrivere romanzi, e soprattutto dallo scriverne di buoni. Non è giusto. E’ già abbastanza ricco e famoso come poeta: potrebbe evitare di togliere il pane di bocca agli altri scrittori. Non mi piace lui e potendo scegliere non mi farò piacere nemmeno il suo Waverly – ma temo che non avrò scelta.

Questo e altri fatti curiosi si possono trovare qui.

Annunci

I commenti sono chiusi.