Archivi del mese: luglio 2012

Spazio contro tempo

Perché passare dalla carta ai bit?

Perché il lettore è più comodo da portare in giro, spesso l’ebook (o l’ezine) costa meno, i classici ormai fuori copyright si trovano gratis e poi… tanto spazio in casa. Tutto secondo questo post su Apartment Therapy.

Nei commenti, però, qualche ottima osservazione: gli ebook non si possono prestare, e non è detto che la tecnologia duri quanto la carta. Il che significa che potremmo dover ricomprare tutto ogni vent’anni, e che i nostri figli potrebbero non leggere mai i nostri libri. E a me sembra proprio un peccato.

Annunci

Chi non sa la grammatica non trova lavoro

Se pensi che l’apostrofo sia uno dei 12 discepoli di Gesù non lavorerai mai per me.

Secondo quanto ha scritto per l’Harvard Business Review, Kyle Wiens, amministratore delegato di iFixit e fondatore di Dozuki, sottopone a un test di grammatica anche chi si propone per un posto da programmatore. Perché chi è preciso con la punteggiatura e attento all’ortografia sarà preciso e attento in tutto quello che fa.

Dopo la crisi

Si sa che dalle crisi nasce il nuovo. In Italia il nuovo potranno essere tanti supermercati omologati dalla stessa offerta di pochi bestseller, oppure tante librerie, grandi e piccole, ognuna con libri diversi, ognuna una scoperta per i lettori che vi entreranno.

(da Caro libraio, c’è vita oltre il best seller, di Sandro Ferri, 25 luglio 2012)

Seriamente

Prenditi cinque minuti di pausa ogni volta che hai la sensazione che sia troppo. Per il tuo corpo si tratta di un’esperienza nuova, e all’inizio avrai bisogno di abituarti.

Dieta? Maratona? No. E’ uno dei consigli di questo post, che spiega come liberarsi dei propri libri.

Ci sto pensando seriamente. Forse è la fine di un’era.

 

Il segnalibro intelligente

Albatros di Oscar Lhermitte è il segnalibro che non si perde tra i cuscini del divano, si sposta da solo, e fa molto design.

Il prezzo dei libri: carta vs. bit

Questo post di economia editoriale, sul blog di Luisa Capelli, è molto lungo ma molto, molto bello e interessante.