Non giudicare mai un libro dalla copertina

“Non giudicare mai un libro dalla copertina” è una cavolata bella e buona. La qualità di un libro dipende anche da come è stato confezionato, e le sensazioni che dà dipendono anche da quella prima impressione.

7206556C’è persino chi si affeziona a un libro di favole per il soldatino d’argento serigrafato davanti, che la ipnotizza ogni sera mentre la mamma legge e che vent’anni dopo la accompagna fino a Oxford.
Non parlo di me (che ossessionavo mia nonna con una storia di refurtiva nascosta nel cibo per i gatti, parte di una raccolta che prima o poi vado a recuperare a casa dei miei) ma di Clizia, che questo mese finisce il master in editoria e che – complice la passione per la fotografia – spesso si ricorda di un libro più per la copertina che per la storia che c’è dentro.

Nei prossimi mesi Clizia scriverà per il blog una serie dedicata a tutto ciò quello che già c’è di un libro prima che lo apriamo. Cominciamo domani!

Annunci

2 risposte a “Non giudicare mai un libro dalla copertina

  1. Grazie! Tra due minuti pubblico il primo post.